Le cose sono due

Una persona di 28 anni con studi, lingue, esperienza e con tanta voglia di fare si trova senza lavoro. Le cose nel mondo del lavoro non stanno bene e sembra che nei prossimi mesi non miglioreranno. Va bè, diciamo che ci vuole speranza e guardare le cose con un prisma diverso. Un’ottica diversa perché non è solo una crisi economica, si è rotto il sistema e adesso dobbiamo inventarci un’altro.

le cose son due

 

Allora, come dico nel mio titolo, le cose sono due.

La prima scelta è cambiare di percezione, e aspettare… chi abbia voglia o possa aspettare…e accontentarsi.

La seconda scelta e chiedersi: Ma aspettare cosa? Dalle aziende/dall’economia/dal sistema? E perché aspettare dalle aziende, invece di essere utile alle persone? Sembra che ormai i giovani servano a poco. Ci sono tanti lavori precari, contratti “basura” e stipendi che fano ridere. Alla fine questo finisce in una mancanza di rispetto.

Ci hanno educato nel seguente sistema: nascere, studiare, lavorare, ma l’ultimo passo è diventato quasi impossibile. El sistema si è rotto. Le aziende si sono dimezzate.

È cambiando il prisma, IO mi metto a pensare nelle possibilità. Mollare questo sistema. C’è tanta gente che ha bisogno, che muoiono di fame. Devo aspettare a che il sistema cambi? Quanto 2 anni, 5 o 10?

Sono stufa di contratti basura per aziende che non sanno cosa sarano di loro tra un anno. Marketing, comunicazione, formazione…Devo spendere la mia energia in loro? Perchè non spendere il mio tempo ed energia nella gente e no nel sistema?

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s